Perizie per danno correlato al lavoro

Psyche at Work supporta lavoratori e legali per la quantificazione del danno non patrimoniale (danno biologico, morale ed esistenziale) attraverso la redazione di perizie psicodiagnostiche di parte per cause civili e penali.

Gli ambiti lavorativi in cui è possibile chiedere un risarcimento del danno sono moltissimi:

  • Infortunistica professionale
  • Danno da colpa professionale
  • Danno da Mobbing lavorativo
  • Danno da Demansionamento
  • Tutela della Privacy
  • Libertà di pensiero
  • Danno alla Reputazione

Il sistema giuridico italiano obbliga il responsabile di un danno ingiusto a risarcire il danneggiato al fine di compensarlo per il torto subito. Tale obbligo deriva dal dovere giuridico della responsabilità del proprio comportamento che, sia esso commissivo (un fare) o omissivo (un non fare), non deve ledere direttamente, o indirettamente (attraverso le sue conseguenze), l’altrui sfera giuridica, ossia i suoi diritti.

In questo senso ogni fatto doloso (intenzionalmente voluto) o colposo (anche se preveduto non è direttamente voluto, si verifica a causa di imprudenza, negligenza o imperizia), che arrechi un danno ingiusto ad una persona obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

Nella fattispecie dei danni correlati al contesto lavorativo, il danno per cui viene chiesto risarcimento è definito danno non patrimoniale (art. 2058 c.c.) suddiviso in Danno Morale, Danno Biologico e Danno Esistenziale.

Il danno morale, biologico ed esistenziale comprendono in sé qualsiasi danno dovuto a comportamento ingiusto altrui che produca una sofferenza nella vita dell’individuo, o una lesione dell’integrità psicofisica, o un peggioramento della qualità della vita derivante dalla lesione di valori fondamentali alla persona.

Istruttoria per la pratica di malattia professionale per Disturbi psichici da costrittività organizzativa sul lavoro

Psyche at Work accoglie le richieste di lavoratori che intendono intraprendere una denuncia di malattia professionale per patologie psichiche e psicosomatiche da stress dell'ambiente di lavoro, ivi compreso il "mobbing", con i servizi di:

  • presa in gestione della pratica
  • diagnosi e certificazione da produrre all'INAIL
  • perizia di parte
  • quantificazione del danno
  • assistenza per visita di accertamento da parte dell'INAIL
I principali disturbi psichici e psicosomatici da costrittività lavorativa

E’ indispensabile procedere all'inquadramento diagnostico da parte di Psicologi Clinici e alla definizione quali-quantitativa delle patologie correlabili secondo accreditate classificazioni dei quadri morbosi psichici e psicosomatici.

Secondo la classificazione dei disturbi psichici e comportamentali dell'ICD - 10 e secondo il DSM - IV si individuano due sindromi correlate allo stress, la sindrome da disadattamento e la sindrome post-traumatica da stress (PTSD).

Per l’accertamento delle malattie da stress da lavoro, il rischio denunciato viene riconosciuto dall’INAIL quando si dimostra con elevata probabilità, l'esposizione al rischio lavorativo come causa preminente (o causa unica).

A tale proposito è indispensabile una articolata indagine clinica completa che consenta l'analisi della personalità premorbosa (precedente il danno correlato al contesto lavorativo) nonché dell'evoluzione del quadro clinico.

Test di livello e di personalità standardizzati amministratati dal nostro team medico:

Test proiettivi di personalità
  • Rorschach
  • Reattivo di Wartegg
Questionari di personalità
  • MMPI 2
  • SCID II
  • MPP
  • BFQ
Test di efficienza intellettiva
  • Matrici progressive di Raven
  • WAIS
Test di intelligenza emotiva
  • EQI
  • Test di autovalutazione di depressione
    • HAM Depression rating scale
    • Mood scale
    • Beck Depression Inventory
    Test di autovalutazione di ansia
    • STAI I (ansia di stato)
    • STAI II (ansia di tratto)