08 Gen 2020

CHE COS’ È IL BODY-SHAMING?

CHE COS’ È IL BODY-SHAMING?

Non sempre il web viene usato per scopi nobili o costruttivi. Questo avviene ad esempio quando si pone in essere una forma di bullismo virtuale detta body shaming. Parliamo di una pratica scorretta di derisione e presa in giro per l’aspetto fisico delle persone. Si tratta letteralmente di giudicare le forme del corpo delle persone, in particolare attraverso il web e i social network.

Il termine deriva dall’inglese shame e come sostantivo vuol dire vergogna, mentre come verbo significa generare vergogna. In italiano possiamo parlare del fenomeno attraverso cui far vergognare qualcuno per il suo corpo.

Ad essere colpite sono le persone con fisici non perfetti, che si sentono additati per non essere su misura per la società in cui vivono. Il body shaming è la pratica denigratoria verso corpi tatuati, verso corpi troppo magri, verso chi ha malattie della pelle, o chi soffre di cellulite. Senza contare l’orientamento sessuale. Insomma la pratica dell’umiliazione non risparmia nessuno.

Le donne in particolare sono colpite da questo fenomeno inaccettabile ed in netta minoranza anche gli uomini.

  • Si vede la cellulite

  • Ma come si veste?

  • È troppo magra

  • È un po’ bruttina 

Questi sono solo una minima parte dei commenti che ogni giorno molte ragazze ricevono e sono costrette a leggere sotto alcune foto. Molti pensano che non arrechino alcun danno, invece anch’essi contribuiscono ad enfatizzare sempre di più il fenomeno del Body Shaming.

EFFETTI SULLE VITTIME DEL BODY SHAMING

I principali effetti del Body Shaming sulle vittime sono: il condizionamento dell’autostima, che provoca una perdita di certezze, sicurezze personali; un aumento degli stati d’ ansia e in casi estremi il rischio che diventi un’ ossessione. Un altro effetto è lo scoraggiamento, la perdita di volontà nel raggiungere un obiettivo, che può essere il mantenimento di una dieta equilibrata per tornare in forma. Le più sensibili a questo argomento sono le adolescenti dai 18 ai 21. Le ragazze più giovani soffrono particolarmente i difetti del proprio corpo, soprattutto se evidenziati dai propri coetanei.

COMBATTERE IL BODY SHAMING

Uno dei problemi più comuni della società di oggi è il continuo paragone con altre persone. Ci confrontiamo in continuazione con persone che si vedono solo ed esclusivamente sui social, senza conoscerle, diventando ancora più cattivi, dando giudizi solo per come si appare in foto. Sorge spontaneo domandarsi: si può sradicare questa brutta abitudine? Si può dire basta al body shaming? Parliamo di un modo di essere così ben saldo nella cultura occidentale che appare quasi un habitué comportamentale normale, quando normale non è. Trattandosi di una pratica virtuale, è proprio dai social che partono numerose campagne delle star in difesa delle vittime di bullismo. Ecco 5 consigli per contrastare il fenomeno ”Body Shaming”:

  1. Ridimensionare il valore del social. La vita reale e’ fatta di relazioni vere e tangibili e tu sei molto piu’ di cio’ che dice la tua bilancia.

  2. Svolgere attività per far pace con il tuo corpo. Nuota, cammina, scegli attivita’ che aumentino la consapevolezza del tuo corpo e della sua utilità.

  3. Considerare l’effetto dell’umore sulla percezione del tuo corpo.

  1. La forma fisica indica la salute non il valore personale. Un corpo sano è un corpo che si alimenta in maniera corretta, che fa attività fisica in quantità adeguate e che si prende cura di sé. Un eccesso o una deprivazione di cibo, inadatta al proprio stile di vita, alla propria età e alla propria altezza rappresenta una minaccia per il tuo benessere e non ha nulla a che fare con il tuo valore personale.

  2. Riconoscere le difficoltà è il primo passo per affrontarle. Se ti senti a disagio con il tuo corpo e questo occupa molto spazio nei tuoi pensieri, limitando la tua libertà, ricordati che ci sono dei professionisti del settore che possono aiutarti a ritrovare un rapporto sano col tuo corpo.

La perfezione a livello fisico non esiste, la vera bellezza sta nell’accettarsi, nel fare delle proprie debolezze un vero e proprio punto di forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.